storia_culturastoria_cultura
altabadia.com consiglia

Hotel ArkadiaHotel Arkadia

altabadia.com hotel del mese
Hotel Lech da Sompunt Badia
homepage
email

Storia e Cultura dell'Alta Badia

L'Alta Badia, fulcro della lingua e cultura ladina, rappresenta sin dalle sue origini un luogo affascinante che attira esploratori provenienti da ogni dove. Il suo territorio, parte integrante delle Dolomiti, rappresenta senza dubbio uno dei luoghi più importanti del mondo.

L'Alta Badia inizialmente era popolata da popolazioni Retiche, le prime a introdurre alcuni stili di vita ancora oggi presenti nella comunità del posto. La coltivazione del miglio, dell'avena così come la produzione di latticini sono riconducibili proprio a questi antichi abitanti.

Un primo significativo cambiamento in Val Badia si verificò con l'arrivo delle popolazioni romane le quali riorganizzarono la vita politica e amministrativa del posto. Il linguaggio retico fu profondamente influenzato dal latino, parlato dagli invasori romani. È proprio a quest'epoca che risale l'origine del ladino.

Il 1027 rappresenta certamente una data importante nella storia della Val Badia, grazie all'organizzazione ecclesiastica che stabilì Bressanone come Principato Vescovile. In questo periodo viene usato per la prima volta il termine "Badia".

Nel 1803 la Val Badia venne annessa al Tirolo ma con la successiva invasione di Napoleone essa venne annessa alla Baviera. Con l'avvento della 1° Guerra Mondiale la popolazione locale dovette subire un tormentato periodo che vide morire numerosi soldati e gente del posto. Tutto il territorio delle Dolomiti fu scenario di guerra per 4 lunghi anni. Ancora oggi è possibile ritrovare tracce dei combattimenti di questi luoghi.

Nel 1919 la Val Badia viene annessa definitivamente all'Italia dando finalmente inizio alla suo sviluppo turistico reso sempre più cospicuo nel corso del tempo.

Oggi la Val Badia è una delle località più apprezzate grazie al suo ambiente naturale conservatosi nel tempo. Pur avendo aperto le porte al turismo più moderno l'Alta Badia ha saputo infatti conservare la sua naturale bellezza fatta di montagne e pascoli verdeggianti interessati qua e là da antiche abitazioni in legno che perfettamente raccontano lo stile di vita antico.